Il problema della stella

Propongo di seguito un “giochetto” che era stato presentato su Facebook tempo fa, all’interno di un gruppo di insegnanti. Non c’è nessun trucco particolare, fa tutto la nostra mente e il nostro occhio più o meno allenato. Copio testualmente.

Nel disegno si trova una stella a cinque punte. La stella in realtà non è nascosta, è sotto i vostri occhi. Concentratevi sulla figura ed osservatela con la mente libera e ricettiva. Alcune persone impiegano pochi minuti, altri alcune ore, per altri ancora è necessario qualche giorno, ma alla fine tutti trovano la stella. Di solito è un’illuminazione improvvisa dopo un periodo più o meno lungo di ricerche senza successo. Da quel momento in poi la stella sarà vostra e nessuno potrà più togliervela. Ogni volta che guarderete questo disegno la vedrete subito, con estrema chiarezza, per sempre. Questo è il segreto della matematica: un problema che all’inizio sembra difficile e forse impossibile, dopo aver ricevuto l’illuminazione, diventa facilissimo si ricorda per tutta la vita. Ma è importante non scoraggiarsi mai, non irritarsi e soprattutto arrivarci da soli

Questa che segue è l’immagine relativa al problema appena presentato.

STELLA problema STELLA problema - Copia

Ho inserito due volte la stessa trama del disegno, una con alcune parti colorate in scuro e l’altra completamente bianche, perchè per qualcuno è più facile vedere la stella in una trama piuttosto che nell’altra. Non fornisco, però, la soluzione che inserirò prossimamente. Se qualcuno capitasse da queste parti, provi a fare questo “giochetto” e a fornire le indicazioni per trovare la stella. A me è servito un po’ di tempo, soprattutto perchè più fissavo l’immagine e meno vedevo, quindi mi innervosivo. Oppure perchè pretendevo di trovare la stella in un certo modo in un determinato spazio.

Perchè ho deciso di mettere questo “giochetto”. La motivazione di fondo è banale, semplice, quasi sciocca: credo che sia importante proporre sempre situazioni problematiche che sollecitino la curiosità e la voglia di mettersi in gioco. In questo modo è necessario far uso delle nostre conoscenze e capacità, che richiedono di essere contestualizzate permettendo di giungere alla soluzione del problema: chi chiama “mettere in atto delle competenze”.

Buon divertimento

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...