Effetto Droste… eh?

Anch’io la prima volta che ho sentito questa parola ho fatto più o meno la stessa espressione di chi ha letto questo nome per la prima volta. Io l’ho incontrato in lingua inglese (Effect Droste), al punto che pensavo si doverlo tradurre, ma i tentativi sono stati vani. Così mi sono affidato a Internet e ho scoperto di più.

L’effetto Droste è un termine olandese per un particolare tipo di pitturaricorsiva. Un’immagine in cui è presente l’effetto Droste possiede una piccola immagine di se stessa, localizzata dove dovrebbe trovarsi se si trattasse di un’immagine reale. Questa piccola immagine inoltre contiene a sua volta una versione ancora più ridotta di se stessa, e così via. Tecnicamente non c’è limite al numero di iterazioni, ma in pratica si continua fino a quando la risoluzione permette di distinguere un cambiamento. Il termine Droste fu coniato dal poeta e giornalista Nico Scheepmaker, alla fine degli anni settanta del Novecento. Esso prende il nome da Droste, una marca olandese di cacao, sulla cui scatola era presente l’immagine di un’infermiera che teneva in mano un vassoio con una tazza e una scatola della stessa marca. (Wikipedia)

droste

Dove ho incontrato l’effetto Droste? Me lo ha presentato Maurits Cornelis Escher parlandomi del suo “Print Gallery“, un’opera che già conoscevo e apprezzavo, ma che non immaginavo nascondesse un lavoro e un’attenzione enorme.

blow1

Immaginiamo di entrare in questa galleria in basso a destra. Incontriamo subito un visitatore con le mani dietro la schiena e poi un giovane, circa quattro volte più alto, che osserva l’ultima stampa appesa al muro. Vede il porto di una piccola città che, nella stampa e davanti a lui, continua ad espandersi. Una donna guarda dalla finestra di una casa. Anch’essa è un particolare della stampa, proprio come la tettoia che le sta sotto e protegge la galleria, all’interno della quale il giovane sta guardando… Dopo aver girovagato con lo sguardo intorno al centro (bianco e sfuocato nell’originale escheriano) possiamo proprio dire che lo stesso giovane è parte della stampa che sta osservando: egli si vede come se fosse un particolare di quell’immagine. Al di là del disegno minuzioso (ricordiamo che si tratta di una xilografia dalle dimensioni di 32×32 cm), l’opera è costruita su una griglia che interseca piani prospettici diversi, all’interno di un “universo curvo” e nasconde l’effetto Droste. Scusate se è poco! Per rendersi conto di tutto ciò, date un’occhiata a questo video che è una ricostruzione della struttura matematica sottesa all’opera.

Torniamo però all’effetto Droste. Spessoquesta particolare tecnica di riproduzione delle immagini si ottiene con giochi di specchi che si riflettono tra loro. Altre volte queste immagini sono il prodotto di programmi di fotoritocco che danno un consistente contributo e vengono usate nella fotografia, nella pubblicità, nell’editoria, con effetti che lasciano veramente a bocca aperta.

E.D.10 E.D.1

E.D.3 E.D.5

E.D.7 E.D.6

E.d.14  E.D.12

Guardando le immagini a me è venuta in mente anche la geometria dei frattali: un’immagine contiene in sè una riproduzione di se stessa in dimensioni proporzionalmente inferiori e questa relazioni potrebbe continuare idealmente all’infinito. Questa è la (mia) spiegazione di cosa sia un frattale: non ricorda un po’ l’effetto Droste? Guardando queste immagini di “frattali naturali” (cioè presenti in natura) forse il parallelismo è più chiaro ed evidente.

FR.1 FR.3

FR.4FR.2

Quindi: effetto Droste, piacere di averti conosciuto!

Annunci

2 thoughts on “Effetto Droste… eh?

  1. Pingback: Senza Memoria | Maestro nella Rete

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...